Donne

Qual è il vero significato del termine ‘gender’? Un malinteso che aumenta la confusione terminologica

Articolo Gender2
Cristina Bombelli

Stanno girando in questi giorni dei documenti a cura di associazioni cattoliche che partono da un profondo malinteso di linguaggio. Non voglio entrare nel  merito dei contenuti, lo farò in altre occasioni, ma quello che voglio sottolineare è che il termine “gender” non è altro che la traduzione inglese di “genere”.

Questo termine viene utilizzato in letteratura per distinguere il maschile e femminile culturale da quello biologico. Ovvero la posizione, segnatamente antropologica, di uomini e donne all’interno di una società. In moltissime università esistono dei “Gender studies department” che affrontano appunto questi temi, con approcci assolutamente diversificati dal punto di vista ideologico.

Articolo Gender2

Ora, in questa divulgazione, il termine gender viene utilizzato solo nell’accezione di orientamento sessuale, una connotazione assolutamente riduttiva di quello che rappresenta. Non solo, ma anche nel mondo cattolico, questo riduzionismo rischia di mettere in difficoltà tutti coloro che si sono occupati appunto di “gender studies” pur facendo parte della Chiesa.

Credo sia opportuno segnalare e diffondere questo malinteso che aumenta solo la confusione terminologica in nome di una ideologia.

Autore

Cristina Bombelli

Cristina Bombelli

E' fondatrice e presidente di Wise Growth. E’ stata professore presso l’Università di Milano Bicocca e per anni docente della Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi. Ha fondato, presso la SDA Bocconi, il laboratorio Armonia, un centro di ricerca sul diversity management sostenuto da un network di imprese. E’ stata visiting scholar presso l’Università di La Verne, California. E’ pubblicista e autrice di numerosi articoli sui temi del comportamento organizzativo e della gestione delle diversità. E' stata presidente per alcuni anni della fondazione “La Pelucca” onlus di Sesto San Giovanni. E' certificata IAP di THT (Trompenaars Hampden - Turner) per la consapevolezza interculturale. Ha pubblicato numerosi libri tra i quali i più recenti: Alice in business land, diventare leader rimanendo donne, Guerini & Assocati, 2009; Management plurale, diversità individuali e strategie organizzativa, ETAS, 2010; Un manager nell’impero di mezzo, Guerini & Associati, 2013; Generazioni in azienda, Guerini & associati, 2013.

Scrivi un commento